Ogni manufatto Richard Ginori è realizzato impiegando Porcellana Feldspatica dura composta da Quarzo, Feldspato a Caolino, secondo tecniche produttive artigianali ed industriali elaborate in quasi trecento anni di storica produzione. L’intero processo si realizza dal primo fuoco alla decorazione, attraverso differenti cicli produttivi, al termine dei quali un attento controllo qualità ne certifica l’assoluta purezza e perfezione.L’attenzione al dettaglio è espressione di un know-how e di una maestria tramandati nel tempo dai maestri artigiani della Manifattura.
 
Ogni manufatto Richard Ginori, sia decorato che realizzato in bianco è prodotto unico: ogni tonalità cromatica che si crea attraverso le differenti tecniche pittoriche, come nei prodotti dipinti e decorati o areografati a mano, à segno tangibile di una straordinaria artigianalità. Ciascun prodotto è un’essenza di storia, arte, e Made in Italy.
 
Tutti i decori della collezioni tavola Richard Ginori sono testati e progettati per risultare conformi all’uso a contatto con alimenti secondo le normative internazionali. In particolare la migrazione di piombo e cadmio è analizzata per ciascun decoro secondo le norme UNI EN 1388, ISO 6486 e ASTM C738 e ASTM C927 e ai limiti di legge secondo le normative nazionali vigenti quali il Regolamento Europeo CE 1935/2004 e Direttiva Europea 2005/31/CE; il Japanese MHLW Migration Specification N.370 (2008 revision) ed il U.S. FDA Compliance Policy Guides Section 545.400 e 545.450.
La resistenza alla lavastoviglie dei prodotti decorati Richard Ginori è valutata secondo la normal EN 12875-4. Per le decorazioni realizzate a mano e/o con metalli preziosi come oro e platino, si consiglia un lavaggio a mano con un detergente poco aggressivo.
La resistenza al forno a microonde è valutata secondo la norma UNI EN 15284. Le collezioni realizzate con decorazioni che impiegano metalli, inclusi oro e platino, non possono essere usate nel forno a microonde. Inoltre, non trattandosi di prodotti specifici da forno, le porcellane Richard Ginori non devono essere utilizzate né nel forno tradizionale né a contatto con la fiamma diretta.
 
 

CRISTALLI
 
Evitare uso di detergenti per lavastoviglie o di normali prodotti. E' più indicato un detergente per porcellana /cristalli. Lavate il cristallo in acqua calda con un panno soffice. Asciugare il cristallo con un panno soffice per evitare il formarsi di macchie d'acqua. Prima di ogni lavaggio assicurarsi di avere come base di appoggio per gli oggetti uno stuoino di plastica e usate un salvarubinetto per prevenire urti e graffi. Lavabile anche in lavastovilgie con ciclo più corto e con temperatura più bassa. caricare la lavastoviglie in modo tale che gli oggetti non si tocchino.
 
 

POSATE
 
Le posate possono essere lavate anche in lavastoviglie, ad eccezione del set da insalata in quanto le loro estremità non resistono alle alte temperature. Nel caso si utilizzi il lavaggio in lavastoviglie, per il quale si consiglia l’utilizzo di detersivi neutri non eccessivamente aggressivi e senza presenza di limone, usare dei cestelli separatori, per separare le posate per evitare così che si scalfiscano tra di loro. Adottare se possibile un Ammollo o un Prelavaggio per togliere i residui grossolani di cibo. Non appena è terminato il ciclo di lavaggio, risciacquo a freddo e asciugatura, estrarre le posate dalla lavastoviglie. E’ buona norma assicurare una perfetta asciugatura utilizzando un panno morbido. I coltelli non vanno immersi a lungo in soluzioni saline, ma vanno estratti dalla lavastoviglie entro breve periodo dopo il ciclo di lavaggio, perché, la lama in acciaio inox al cromo è sensibile al contatto prolungato con soluzioni saline. Nel caso di lavaggio manuale, utilizzare spugne morbide (no scotch brite o spugne impregnate di abrasivi) con detersivo neutro, facendo attenzione poi di riporre le posate perfettamente asciutte. Conservare la posateria in un luogo all’asciutto.